Oro in salita, riprendono le trattative commerciali USA-Cina

Il prezzo dell’oro sale negli scambi asiatici di questo giovedì, ma i rialzi sono limitati mentre i trader aspettano maggiore chiarezza sui progressi nei negoziati USA-Cina.

I future dell’oro con consegna a dicembre vanno su dello 0,2% a 1.513,95 dollari l’oncia a New York alle 23:59 ET (03:59 GMT).

“C’è la possibilità di un taglio dei tassi durante il prossimo vertice di politica monetaria della Fed e anche lo scontro commerciale USA-Cina sta chiaramente pesando sull’economia USA”, afferma Eli Tesfaye, esperto senior delle strategie di mercato per le materie prime di RJO Futures a Chicago.

Nei verbali del vertice di settembre pubblicati ieri, la Fed ha reso noto che gli operatori dei mercati potrebbero aver messo in conto più tagli di quanti la banca ritenga necessari per stimolare l’economia. Finora quest’anno la Fed ha effettuato due tagli di un quarto di punto consecutivi, a luglio e a settembre, per cercare di preservare la decennale crescita record dell’economia USA.

Nel frattempo, i trader attendono ulteriori dettagli sullo scontro commerciale USA-Cina. I mercati restano cauti con i segnali conflittuali che arrivano da entrambe le parti mentre riprendono le trattative questa settimana.

Secondo alcune notizie di questa mattina, la Cina sarebbe aperta ad un accordo parziale con gli Stati Uniti, se non verranno applicati altri dazi sui prodotti cinesi. Pechino si sarebbe inoltre offerta di comprare prodotti agricoli.

Tuttavia, in base ad altre notizie, i negoziatori cinesi non sono ottimisti circa il raggiungimento di un accordo definitivo che metta fine allo scontro commerciale e la delegazione cinese sarebbe intenzionata a lasciare Washington oggi anziché domani come previsto inizialmente.

Gli Stati Uniti hanno inserito numerose aziende tech cinesi in lista nera questa settimana, inasprendo le tensioni con la Cina pochi giorni prima dell’inizio delle trattative/investing.com

Resta aggiornato con INFOEUROPEFX per le ultime notizie sulle materie prime.